SEO WRITING

21 Febbraio 2020 0 Di soluzioneglobale
SEO WRITING

La continua evoluzione delle intelligenze artificiali ha reso la SEO writing uno strumento fondamentale per aumentare la visibilità on-line ed incrementare il traffico organico di ogni sito web.
I colossi del web: Google, Facebook, Twitter hanno ideato, aggiornano ed utilizzano le proprie intelligenze artificiali.
L’utilizzo delle potenzialità che la Google AI offre in una strategia SEO a medio e lungo termine apre uno scenario nuovo per tutti i SEO writer, basti pensare all’utilizzo sempre più esponenziale, da parte degli utenti, delle nuove tecnologie.
Difficile trovare una persona che non sia in possesso di almeno uno tra smartphone o tablet, quasi sempre costantemente connesso ad internet tanto che Google Assistant è stato proprio pensato per “convincere” le persone a iniziare a utilizzare la tecnologia su base regolare.
Senza dubbio, l’intelligenza artificiale migliorerà o addirittura sostituirà alcune delle nostre tecnologie esistenti, ed è oggettivamente impossibile pensare che anche il marketing digitale non verrà influenzato dall’IA.
L’ottimizzazione dei motori di ricerca, definita come “il processo di attrarre traffico dai risultati di ricerca gratuiti, organici, editoriali e naturali sui motori di ricerca”, deve essere sempre il punto di partenza, perché un significativo aumento del traffico dei siti web e il vantaggio aggiuntivo di essere riconosciuti come fonte di informazioni più credibile si trasforma in maggiori entrate.
L’intelligenza artificiale è sulla buona strada per diventare un pezzo di tecnologia veramente dirompente con un reale potenziale che, però, solo sulla carta potrebbe sostituire l’umano e coloro che l’hanno creata, perché, come la maggior parte delle invenzioni, non è altro che uno strumento e come tale è stato destinato principalmente a beneficio del suo utilizzatore.
Tutti gli esperti di SEO sanno che uno dei modi più efficaci per aumentare il traffico di un progetto on-line è attraverso la scrittura di contenuti, e da qui dobbiamo partire per sfruttare al meglio la Google AI all’interno di un sito web.

Enfatizzare la rilevanza e la qualità dei contenuti
L’intelligenza artificiale ha la capacità di determinare lo scopo per il quale la richiesta è stata fatta. Pertanto, più il tuo contenuto è rilevante, più a lungo il tempo di permanenza sul sito aumenterà, non fosse altro che per il semplice fatto che un lettore, trovando un contenuto ricco di informazioni rimarrà più a lungo su quella pagina (e su quelle ad essa correlate) per leggere l’articolo pubblicato.
Un contenuto lungo e ricco di informazioni sarà il miglior tipo di contenuto da pubblicare perché RankBrain è in grado di misurare la pertinenza dei contenuti e il tempo che i lettori trascorrono sulla tua pagina.
Rendere il sito web mobile-friendly
Un altro aspetto fondamentale da considerare è se il singolo sito web sia o meno mobile-friendly. La logica alla base di tutto ciò è che oltre l’85% degli utenti effettua le proprie ricerche sul proprio smartphone.
Viene di conseguenza che la maggior parte di coloro che navigano on-line visualizzeranno qualsiasi contenuto in un formato mobile. Se quindi una volta misurata la pertinenza dei contenuti e il tempo che un visitatore trascorre sulla una pagina, la convenienza di avere un sito web mobile-friendly garantirà che il lettore sarà in grado di visualizzare i contenuti nel miglior modo possibile.
I siti web che non sono mobile-friendly avranno ovviamente più difficoltà ad essere visualizzati da smartphone e quindi, i visitatori molto probabilmente cercheranno altrove le informazioni di cui hanno bisogno.